Come Pianificare il Risparmio

La scelta della tipologia di investimento avviene, di conseguenza, dopo l’identificazione del bisogno da soddisfare, perché l’importanza dell’obiettivo ed il tempo a disposizione per il suo raggiungimento sono elementi basilari per l’individuazione del migliore investimento.

Il processo di pianificazione del risparmio può essere sintetizzato in queste fasi

Pianificare il futuro
Occorre pensare al futuro della e destinare uno specifico tempo alla sua programmazione, per comprendere dove realmente si vuole arrivare ed avere sempre piena consapevolezza di quanto viene fatto. Solo così si è certi di non lasciare che siano gli avvenimenti esterni, o addirittura il caso, a guidarci.

Affidarsi ad esperti della pianificazione del risparmio
Da un lato la famiglia, dall’altro le soluzioni e gli strumenti finanziari. Metterli insieme è un’opera ardua e complessa. Per far questo è necessaria una persona capace di ascoltare le reali esigenze personali che, conoscendo da professionista i mercati e le opportunità di investimento, scelga insieme al Cliente ciò che è più utile per lui.

Diversificare gli investimenti
Una soluzione valida in assoluto non esiste ne mai esisterà. Il segreto del successo sta nella capacità di applicare una regola elementare, quella della DIVERSIFICAZIONE. Frazionando l’investimento fra le diverse aree geografiche, fra titoli con differenti possibilità di apprezzamento nel tempo e, da ultimo, fra strumenti. Solo così è possibile ottenere risultati in linea con le aspettative di ogni risparmiatore.

Investire indipendentemente dalle congiunture dei mercati
Dopo aver adottato una soluzione adeguata è necessario restare coerenti. Questo è forse uno dei comportamenti più difficili da mettere in atto: le oscillazioni dei mercati, (come ad esempio il ribasso dei tassi e le forti oscillazioni della Borsa), possono indurre nella tentazione di cambiare direzione nel corso della realizzazione del piano, nella speranza di correggere gli effetti dei ribassi. Ma, lungi dall’ottenere i risultati sperati, il cambiamento rischia di avere come unico effetto finale il mancato raggiungimento dell’obiettivo prefissato. La coerenza è una delle qualità vincenti di un buon investitore.

Riverificare frequentemente gli obiettivi
Nessuno è in grado di prevedere con esattezza il futuro. Quanto pianificato deve quindi essere verificato periodicamente per comprendere se si è ancora in linea con quanto concordato; se, per qualsiasi motivo, ci si è allontanati bisognerà provvedere tempestivamente. La dinamicità di un investimento è non meno importante della corretta analisi e valutazione delle esigenze e permette di cogliere le opportunità che i mercati presentano.

Un approccio di questo tipo alla gestione del risparmio è l’unico che consente di ottenere risultati validi e concretamente realizzabili. Solo così infatti il Cliente è al centro del rapporto con la struttura finanziaria, e non un numero come tanti altri.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *