Come Funziona il Conto Corrente

Il conto corrente bancario è lo strumento che consente ai clienti di una banca di effettuare pagamenti attraverso moneta reale e/o elettronica, e di ottenere una serie di servizi.

servizi associati al conto corrente(Giuridicamente parlando, il conto corrente si configura all’interno della disciplina del mandato, dove il cliente è il mandante e la banca il mandatario).

Il costo di un conto corrente bancario può essere forfetario (cioè un canone mensile/trimestrale comprensivo di tutti i servizi), ma solitamente prevede un canone a cui si devono aggiungere i costi dei vari servizi usufruiti. A questi si deve aggiungere il costo dello Stato, se dovuto (34,20 euro annuali di bollo se la giaceza media supera i 5.000 euro).

Il conto corrente bancario rappresenta il presupposto del rapporto tra Banca e Cliente e consente a quest’ultimo di avvalersi dei numerosi servizi bancari offerti e di effettuare una molteplicità di operazioni.

Servizi di Pagamento
I servizi di pagamento costituiscono la componente più rilevante dei servizi erogati tramite il conto corrente.

Il sistema bancario infatti, tramite il conto corrente, fornisce mezzi di pagamento accettati dal pubblico e consente il trasferimento di denaro tra i vari operatori mediante operazioni di incasso e di pagamento che movimentano il conto corrente.

Tali operazioni, a loro volta, sono rese possibili dall’utilizzo di molteplici strumenti tecnici di pagamento che operano sul conto corrente:

Bonifici e giroconti
Ordini automatizzati di incasso e pagamento
Assegni bancari e circolari, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sugli assegni circolari sul sito Assegni.net.
Carte di debito (Bancomat e Pagobancomat) e di credito

Servizi vari
Oltre ai servizi di pagamento, esistono altri servizi che le Banche erogano solo previa apertura di un conto corrente.

Tra questi vi sono i servizi di investimento, ossia le operazioni di acquisto/vendita di titoli, incasso del valore di titoli giunti a scadenza o rimborsati, cedole, dividendi e tutte le transazioni aventi come oggetto valori mobiliari. In questo caso la Banca procede all’apertura di un conto titoli (o dossier titoli), soggetto alla nuova tassazione governativa introdotta dal governo Monti (che si aggiungono a quelli già sostenuti sul conto corrente), e solitamente anche all’addebito di un canone da parte della Banca stessa.

Il conto corrente bancario, inoltre rappresenta la chiave di accesso a particolari servizi di finanziamento ad esempio, la possibilità di avere un piccolo fido (cosiddetta apertura di credito sul conto corrente) per compiere spese eccedenti la propria disponibilità.

Ma sul conto corrente possono anche agganciarsi forme di prestito personale o al consumo: si pensi ai prestiti contro cessione di 1/5 dello stipendio o alle carte di credito di tipo revolving che permettono di comprare beni di consumo con pagamento dilazionato.

Alcuni conti correnti, specie on-line, offrono anche servizi di informazione finanziaria.

Infine, l’utilizzo del conto corrente può offrire la possibilità di accedere a particolari sconti presso negozi convenzionati con la Banca, di acquistare biglietti per manifestazioni sportive o culturali, di fare beneficenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *